Chi è il Golden Retriever? Intervista a Carlo Giovanni Nobile

VERSILIA – Chi è il Golden Retriever? Intervista a Carlo Giovanni Nobile, allevatore di questa bellissima razza:

Allevamento “Golden Dell’Antica Casa”.
(http://www.goldendellanticacasa.it
Nazionalità: Gran Bretagna
Classificazione F.C.I.: gruppo 8 – Cani da riporto –
Origini
Dopo le prime selezioni ad opera di Lord Tweedmounth, Nobile Scozzese, iniziò la diffusione della razza, grazie anche al contributo di alcuni pionieri che si appassionarono al Golden.
Questo passaggio è molto importante perché dalle linee di Lady nacquero i famosi Golden Culham Brass (1904) e Cuhlam Cooper (1908), di proprietà di Lord Lewis Harcout, amico di famiglia e compagno di caccia di Lord Tweedmounth. Lord Lewis Harcout ritirò i primi cuccioli da Guisachan e li allevò nella sua tenuta di Nuneham Park, Oxford. I nomi dei cani sono probabilmente legati a quelli delle sue tenute o di quelle zone.
Con Lord Harcourt inizia un altro capitolo della storia del Golden: il nobiluomo infatti comincia a presentare i cani alle mostre e all’esposizione Cruft’s (famosa Expo inglese) vince dal 1908 al 1912. Dai Culham derivano il 99% delle linee degli attuali Golden.
Carattere ed attitudini
Eccezzionale! Una sola parola per descrivere il carattere del Golden Retriever. Si tratta di un cane il cui carattere gli permette di adattarsi a molteplici situazioni. La sua indole fa sì che sia un valido compagno sia per i bambini (con la quale ha una pazienza infinita), e sia per gli anziani con cui è dolce, tranquillo. Con i giovani è instancabile anche nelle più lunghe delle passeggiate. Sempre di buon umore, con e con un temperamento che all’occorrenza gli permette di divenire tenace, determinato. Viene usato per Pet Therapy, Cane guida per ciechi Salvataggio in acqua, Ricerca persone disperse e su macerie, e attività sportive come la caccia, e agility
Si presta bene come aiuto per i cacciatori, essendo un cane da riporto. Di contro (se così si può osare dire) è un cane che necessita di molte, moltissime attenzioni, occorre dedicargli tempo in quanto ha bisogno del contatto umano: si sente esattamente un componente della famiglia, vuole avere un suo ruolo all’interno della stessa, ed essere partecipe a quante più attività possibili. Molto ubbidiente, va trattato con dolcezza, mai sgridarlo troppo, soprattutto in giovane età, ne soffre molto. Intelligente, impara subito i comandi, non occorre eccedere con le ricompense che lo farebbero ingrassare.
Aspetto e caratteristiche
L’Aspetto generale del Golden Retriever è equilibrato, attivo, potente e ben allineato nel movimento. Testa importante ma non sproporzionata, muso lungo come il cranio, pronunciato e potente. Occhi di colore marrone scuro, orecchie attaccate all’altezza degli occhi e di moderata grandezza. Arti robusti e ben posizionati. Coda portata al livello del dorso, non si incurva all’estremità.
Pelo – colore – taglia – peso
Pelo: sottopelo fitto ed impermebile, pelo leggermente ondulato, a tratti piatto con buona frangiatura.
Colore: sono ammesse tutte le sfumature oro e crema.
Taglia: femmine 51 – 56 centimetri, maschio 56 – 61 centimetri.
Peso: circa 30-35 kg per i maschi, e 26-29 per le femmine.
Dove può vivere – longevità – salute
Non ha problemi alcuno, ma preferisce condividere la casa con i suoi compagni umani.
Longevità: il Golden Retriever vive mediamente 13 anni ma vi chiederà cosi tanto tempo che saranno come 20 stupendi anni!
Salute
Se trattato bene e si assume un comportamento responsabile verso lo stesso, portandolo a visita regolarmente, soprattutto i primi anni di vita, può raggiungere un’età di 15 anni.
Questo cane non soffre di particolari debilitazioni di salute gravi, purtroppo però ci sono alcune componenti ereditarie genetiche, tipiche della razza che causano alcune malattie degenerative importanti, come ad esempio la displasia dell’anca o del gomito, nei casi più gravi si presentano entrambe le patologie, con gravi riscontri di artrosi che lo accompagneranno per tutta la durata della sua esistenza.
La displasia dell’anca è una grave malattia che colpisce numerosi esemplari canini non solo il Golden, tuttavia, sebbene questa possa compromettere la qualità di vita del cane, esistono degli accorgimenti importanti che possono aiutare il padrone a intervenire precocemente e a ridurre in alcuni casi, l’evolversi precocemente della malattia.
Alimentazione
Anche per il Golden Retriever vale la regola età – peso. Da adulto mangia circa mezzo chilo di cibo al giorno. E’ sempre consigliabile due pasti al giorno.
Note e consigli
Con il termine “Golden” non è riferito al colore del mantello ma bensì alle sue qualità. Va detto che non tutti i Golden hanno il mantello oro, spesso sono crema, ma sempre molto belli.
Infine, se siete persone molto impegnate e avete poco tempo da dedicargli, forse meglio ponderare bene la scelta di prendere questo cane, gli vorrete sicuramente bene ma lasciarlo per troppo tempo solo arrecherà dolore a voi e moltissimo a lui.